Consulenza Psicologica

Il counselling o consulenza psicologica mira a sostenere in particolare le donne che subiscono violenza e che, nel riconoscere tale condizione, si trovano ad affrontare un momento particolarmente critico della propria vita.

Il fine è aiutare la persona ad aiutarsi, per raggiungere un'autonomia, un  maggior livello di autostima, fiducia in se stessa, libera espressione delle proprie potenzialità. In generale si cercheranno di affrontare e risolvere differenti problematiche inerenti l’affermazione, l’espressione e lo sviluppo delle identità femminili in ambito familiare, lavorativo e sociale a partire dall’elaborazione delle situazioni traumatiche da loro vissute e dei propri conflitti interni ed esterni. L'intervento psicologico ha, dunque, l'obiettivo, di rispondere ai bisogni lavorando insieme alla donna per accrescer le risorse personali e sociali per costruire una migliore stima e autonomia di sé. Il counselling si struttura generalmente in quattro colloqui che corrispondono a quattro fasi della relazione psicologica:

1) Riconoscimento del problema attraverso la relazione con l’altro;

2) Definizione del problema;

3) Elaborazione di ipotesi per la gestione del problema;

4) Riconoscimento delle proprie risorse interne utili alla cura di sé.

Potrà emergere la necessità di un supporto psicologico prolungato o un intervento psicoterapeutico attraverso l’invio a specialisti che operano all’interno dello sportello